ponteviaxxvluglio01

Pachino 4 Dicembre 2015. «Dopo dieci anni di chiacchiere, questa amministrazione ristrutturerà il ponte di via XXV Luglio». Stamattina sono stati avviati i lavori di adeguamento statico e ristrutturazione del ponte di via XXV Luglio. Ad effettuare un sopralluogo di controllo nel cantiere oggi c’erano il sindaco, Roberto Bruno, l’assessore ai Lavori Pubblici, Gianni Scala, i tecnici comunali e gli operai della ditta “Costruzioni e restauri” di Rosolini, che si è aggiudicata l’appalto dell’opera. «Un progetto – ha dichiarato l’assessore Scala – che fa parte del programma di opere di manutenzione straordinaria. Siamo riusciti in poco tempo a sbloccare l’iter e già dalla prossima primavera i cittadini potranno utilizzare, nella massima sicurezza, un tratto stradale da anni abbandonato e che rappresenta un importante via di collegamento con il cimitero comunale e con il limitrofo comune di Portopalo».
A causa dello stato di degrado in cui si trova il ponte, sono previsti interventi di demolizione e ricostruzione delle mensole in cemento armato, delle ringhiere corrimano, degli elementi strutturali e dell’intera carreggiata stradale. I lavori costeranno 500 mila euro, sono stati finanziati dal Dipartimento regionale della Protezione civile con decreto del luglio 2014 e si concluderanno entro maggio del nuovo anno. «Un intervento – ha dichiarato il sindaco Bruno – che porterà ad un miglioramento della circolazione stradale e della sicurezza degli automobilisti. L’amministrazione che mi pregio di guidare è riuscita in pochi mesi a sbloccare anche l’iter del ponte di via XXV Luglio: un progetto importante e necessario che tutte le amministrazioni che si sono susseguite negli ultimi anni hanno solo promesso e noi lo stiamo realizzando. Ed è solo una delle opere pubbliche che porteremo a compimento durante il nostro mandato».

ponteviaxxvluglio02

Didascalie:
foto01: il cantiere di via XXV Luglio
foto02: da sinistra Tonino Dinatale, l’assessore Gianni Scala, Salvo Arfò, il sindaco Roberto Bruno e Corrado Malandrino