UFFICIO WELFARE LOCALE

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI AI CONDUTTORI DI IMMOBILI URBANI IN LOCAZIONE, INDETTO AI SENSI DELL’ART. 11 DELLA L. 431/98 IN APPLICAZIONE DELLA CIRCOLARE DEL 15/05/2015 ( G.U.R.S. n. 20 ). CONTRIBUTO RELATIVO ALL’ANNO 2014.

 

 

I conduttori di immobili urbani ad uso abitativo,  residenti  nel  Comune  di  Pachino  possono  presentare istanza dal 28/05/2015 al 26/06/2015 per beneficiare del contributo previsto dall’art. 11 della legge n. 431/98.

 

Possono presentare istanza di contributo:

i titolari di reddito annuo complessivo del nucleo familiare non superiore per l’assegnazione degli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica  nell’ambito della Regione Siciliana, di cui al Decreto Ministeriale del 07 giugno 1999, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 167 del 19/07/1999, pari alla somma di €.13.035,88 rispetto al quale l’incidenza del canone di locazione non risulti inferiore al 14%, così determinato dalla circolare del 04/05/2015 emanata dall’Assessorato alle infrastrutture e della mobilità della Regione Siciliana e pari alla somma di 15.031,49 rispetto al quale l’incidenza del canone di locazione non risulti inferiore al 24%, così determinato dalla circolare del 15/05/2015 emanata dall’Assessorato alle infrastrutture e della mobilità della Regione Siciliana;

il contributo sarà proporzionato ai mesi effettivi della locazione risultante dal contratto di locazione regolarmente registrato e sarà determinato subordinatamente all’assegnazione delle somme da parte dell’Assessorato delle Infrastrutture e della Mobilità, con apposito atto dal Responsabile del Servizio del IV settore.

L’entità dei contributi da corrispondere agli aventi diritto sarà determinata successivamente all’assegnazione delle somme da parte della Regione Siciliana sulla base della risultanza dell’incidenza individuale:

somma erogata dalla Regione

incidenza complessiva canone – reddito

 

nel rispetto del principio di gradualità che favorisce i nuclei familiari con redditi bassi e con elevata soglia di incidenza sul canone. In ogni caso il contributo predetto non potrà superare, rispettivamente, la  somma di  €.3.098,74 per la fascia “ A “ e la somma di 2.324,05 per la fascia “ B “.

Il reddito da assumere a riferimento è quello risultante dalla dichiarazione dei redditi anno 2015 ( redditi prodotti nell’anno 2014) e l’ammontare del canone va rilevato dal contratto di locazione regolarmente registrato al netto degli oneri accessori.

E’ fatta salva la possibilità di incremento del 25%dei limiti di reddito per i casi previsti dall’art. 2, comma 4, del citato giugno 1999 e in tal caso non dovrà superare il limite massimo di euro 16.294,85 perla fascia “ A “ ed euro 18.789,36 per la fascia  “ B “.

 

L’accesso al contributo ai cittadini extracomunitari è subordinato, al possesso del certificato storico di residenza da almeno 10 anni sul territorio nazionale o di 5 anni nella Regione Siciliana come previsto dal comma 13 dell’art. 11 della legge 6 agosto 2008 n. 133.

 

Il contratto di locazione dell’alloggio dovrà coincidere con la residenza del nucleo familiare e dovrà essere allegato alla documentazione per l’accesso al contributo unitamente al certificato di stato di famiglia o autocertificazione, ( quest’ultima verrà regolarmente controllata ).

In caso ove il proprietario e il conduttore abbiano stipulato un contratto a canone agevolato, vanno esclusi dal beneficio del contributo, per l’effetto della circolare n. 34 del 04/04/2008 dell’Agenzia delle Entrate.

 

Gli interessati, in possesso dei requisiti anzi elencati, devono presentare  apposita istanza corredata da:

– copia del contratto di locazione debitamente registrato  secondo  la disciplina della legge  n° 431 del     

09/12/1998 con esclusione degli alloggi  di edilizia economica e popolare, di quelli avente categoria catastale A/1, A/8 e A/9 e di quelli  esclusivamente per finalità turistiche;

– dichiarazione resa ai sensi del Decreto Legislativo del 31/03/99, n° 109 nella quale si certifichi l’ammontare del reddito annuo imponibile del nucleo familiare risultante dalla dichiarazione dei redditi dell’anno 2015 riferita all’anno 2014;

– dichiarazione da cui risulti che l’alloggio per cui si chiede il contributo ha i caratteri tipologici comparabili rispetto a quelli dell’edilizia residenziale pubblica.

 

Rientra nella facoltà del Comune attivare controlli, a mezzo delle competenti autorità, in merito alle dichiarazioni reddituali esposte.

 

Sono esclusi dall’assegnazione del contributo coloro che:

  • non siano titolari di contratto di locazione registrato presso un Ufficio Registro dello Stato;

occupino alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica;

  • siano titolari di diritto di proprietà uso, usufrutto o abitazione su alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare;
  • usufruiscano di altre agevolazioni analoghe;
  • i conduttori che hanno usufruito delle detrazioni di cui all’art. 16 del T.U.I.R. ( Testo unico imposte sui redditi), per effetto della circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 34 del 04 Aprile 2008;
  • i richiedenti che presenteranno la domanda dopo la scadenza del termine sopra indicato e coloro che non hanno corredato l’istanza con la dovuta documentazione richiesta.

 

In caso di presentazione a mezzo posta con Raccomandata A/R farà fede il timbro postale.

 

I moduli per le istanze possono essere ritirati presso l’Ufficio Welfare Locale in Via Pietro Nenni n. 14,  nei giorni di lunedì dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e martedì e giovedì dalle ore 10:00 alle ore 13:00, e dalle 16,00 alle ore 18,00 saranno esclusi i giorni di  mercoledì, venerdì e sabato; per ogni chiarimento rivolgersi nei giorni di ricevimento sopra indicati al personale del Segretariato Sociale o telefonare ai nn. 0931 – 803500 oppure 0931 – 803512.

 

Pachino lì: 28 maggio 2015   

 

 

L’ASSESSORE ALLE POLITICHE SOCIALI                                                                         IL SINDACO                                                              

( SIG. CARMELO PICCIONE )                                                                                                       ( DOTT. ROBERTO BRUNO )