La consegna avverrà alle 19 nel cortile del Palazzo Tasca. A seguire si esibirà il pianista Salvatore Midolo

IMG_7350

 

Pachino 19 maggio 2016. Saranno sei gli studenti premiati dall’amministrazione comunale per gli elaborati sul concorso del Festival Brancatiano che ha avuto quest’anno come tema la grotta di Calafarina. «Il bando – ha dichiarato l’assessore alla Cultura e al Turismo, Gisella Calì -, riservato agli alunni delle scuole cittadine, ha puntato a fare emergere l’amore dello scrittore pachinese per il territorio di appartenenza manifesto in tutte le sue opere ed ha registrato numerosissime adesioni. Il passo scelto quest’ anno a rappresentare il Festival è stato “…..anche il sasso che scende per i gradini di una scalinata deserta e, dopo aver ballato vicino a una porta, si ferma in mezzo all’erba” , che ci porta a puntare i riflettori su una zona archeologica del nostro territorio ricca di fascino e storia».

A tal proposito, infatti, domani alle 18 nella grotta di Calafarina ci sarà l’installazione del totem in cui viene raccontata la leggenda nelle due versioni curate da monsignor Simone Sultano e Corrado Dipietro.

La premiazioni delle tre sezioni e delle sei categorie scrittura (racconto o poesia), grafica (disegno, foto, fumetto) e composizione musicale (su supporto multimediale), avverranno sempre domani alle 19 nel cortile del Palazzo Tasca. Dopo la premiazione si esibirà il pianista Salvatore Midolo.

Inoltre lunedì alle 18 al Palmento Di Rudinì ci sarà il conferimento della cittadinanza onoraria a Nino Gullotta, fondatore e per un lungo periodo presidente del’Apac, baluardo della legalità nella città e promotore di importanti iniziative nell’ambito sociale e culturale.

Domani sarà il momento dell’Inverdurata che avrà come tema “Cubismo e Sicilia” e si svolgerà in via Cavour sino al 23 maggio.