Pachino 23 Giugno 2015. Si sono concluse le gare d’appalto per l’assegnazione della gestione degli impianti idrico e fognario e di depurazione. L’impianto idrico e fognario è stato affidato alla ditta “Precon” di Priolo che ha proposto un ribasso del 37 per cento sull’importo a base d’asta, mentre il depuratore è andato ad una Ati, Associazione temporanea di imprese con capogruppo la  “Sea” di Trento con un ribasso del 56 per cento. Entrambi gli appalti avranno la durata di un anno. «Con l’aggiudicazione delle due gare – ha dichiarato l’assessore all’Ecologia, Andrea Nicastro – prosegue l’azione dell’amministrazione per assicurare la massima cura alla qualità dei servizi essenziali da rendere ai cittadini, all’insegna della trasparenza e della pubblicità. Continueremo a controllare e monitorare la corretta gestione degli impianti da parte delle imprese aggiudicatrici dalle quali pretenderemo la massima collaborazione per la soddisfazione degli utenti. Non è stato per nulla semplice assicurare la continuità dei servizi, anche per le condizioni di fatiscenza in cui abbiamo trovato gli impianti dopo il fallimento di Sai8, e avviare degli investimenti sostenibili per garantirne la funzionalità».

«Ad oggi – ha dichiarato il sindaco, Roberto Bruno – possiamo dire di aver raggiunto tutti gli obiettivi prefissati. Inoltre abbiamo avviato il procedimento per ottenere l’autorizzazione allo scarico dei reflui dopo il recente diniego per carenza di documenti comunicato dalla Regione a seguito dell’istanza presentata in precedenza da Sai8».