Lo stand de prodotti tipici pachinesi ha riscosso un ottimo successo di pubblico durante l’edizione 2017 dell’Infiorata di Noto.

Il trittico pomodoro, vino e pesce non è passato inosservato tra migliaia di turisti che hanno invaso lo scorso finesettimana la capitale del Barocco per visitare i mosaici che hanno omaggiato il Principato di Monaco.

«Ancora una volta – ha dichiarato il consigliere comunale Sebastiano Spataro, presidente della commissione agricoltura, che ha capitanato la delegazione pachinese -, siamo riusciti ad ottenere risultati e portare lustro al territorio ed alle nostre eccellenze grazie alla sinergia tra ente pubblico ed aziende ed alla collaborazione e disponibilità del personale e degli imprenditori.

Ecco perché non posso non ringraziare chi ha contribuito alla riuscita della nostra partecipazione, dal personale addetto:  Filippo Selvaggio, Maria Cicciarella, Daniela Caldarella, Giuseppe Cilmi e Stefania Scivoletto, il Centro Studi Europeo di Rosalba Scifo, Santo Luciano, Corrado Carnemolla, Zello Bruno. Per il pomodoro le Aziende agricole “ Tania ” di Santo Lupo, “ Ortoin ” di Paolino, “La Natura in Tavola” di Raffaele Vella, “Bordonaro”, la cooperativa “Faro”, “Land Cherry”, “Agricoop Pachinese “, “ Latino Doc ” e “Paolo” di Paolo Cicciarella.

 

 

Per i prodotti ittici le aziende Adelfio e Campisi, lo chef Corrado Dipietro e per il vino le cantine “Terre di Noto” di Antonino Di Marco, “Vini Dimartino”, “Feudo Ramaddini”, “Sultana Vini”, “Scirè Vini”, “Feudo Rudin”, “Arfò Vini”.