Verrà realizzato in via XXV Luglio e finanziato dalla società “Pachino Construction”

Comunicato stampa n° 108/2018

Didascalia: da sinistra Pippo Bufardeci, Paolo Mallia e il sindaco, Roberto Bruno

Pachino 30 luglio 2018.

I pachinesi sparsi per il mondo saranno ricordati con un libro gigante. Venerdì è avvenuta la consegna del progetto nato dall’idea di Pippo Bufardeci, presidente dell’associazione “Pachinesi nel mondo”, e firmato dall’architetto Paolo Mallia. Il monumento nascerà nello slargo del ponte di via XXV Luglio e sarà finanziato dalla ditta “Pachino construction” di Toronto dei fratelli pachinesi Giovanni e Corrado Calleri. «Il distacco dal proprio paese e dai propri affetti è sempre un fatto traumatico – ha dichiarato Pippo Bufardeci – e lo è stato ancora di più per coloro che non sono più tornati a rivivere le proprie origini. Così abbiamo pensato di celebrare attraverso un monumento l’affetto della città di Pachino nei confronti dei nostri concittadini che si trovano in terre lontane ».

L’opera verrà realizzata esclusivamente con fondi privati e sarà a costo zero per il Comune, e il piazzale in cui è prevista l’installazione sarà denominato “Largo pachinesi nel mondo”.

«E’ stato individuato – ha dichiarato il sindaco, Roberto Bruno – un luogo evocativo, situato tra la vecchia stazione ferroviaria in cui i nostri concittadini sono partiti, e questo ponte che rappresenta quel legame profondo e rimasto intenso tra Pachino e la sua comunità suggellato, appunto, con il monumento dedicato ai pachinesi sparsi in tutto il mondo».