Da oggi il servizio di mensa sarà attivato nei tre istituti comprensivi. Saranno distribuiti 520 pasti

refezione

Pachino 10 Ottobre 2016.

Parte oggi la refezione scolastica nei tre istituti comprensivi cittadini. Ad annunciarlo sono stati il sindaco, Roberto Bruno, e l’assessore alla Pubblica istruzione, Gisella Calì. «Grazie ad una organizzazione impeccabile – ha dichiarato l’assessore Gisella Calì -, e ad una programmazione dettagliata, siamo riusciti a fare partire la refezione in coincidenza con l’avvio dell’anno scolastico: abbiamo superato i nostri stessi record degli scorsi anni scolastici, da quando questa amministrazione è al governo della città. Questo vuol dire migliorare i servizi, vuol dire avere cura dei nostri piccoli studenti».

Come gli altri anni, si sono svolti diversi incontri tra l’amministrazione comunale e i dirigenti scolastici, gli insegnanti e le famiglie degli alunni e la ditta che gestisce il servizio per la tabella alimentare, approvata dall’Azienda sanitaria provinciale di Siracusa: un piano dietetico qualitativo, appropriato e idoneo ad assicurare l’apporto calorico necessario per i piccoli alunni. Ogni giorno dalla refezione di via Rubera usciranno 520 pasti caldi destinati ai piccoli studenti, per un costo complessivo di 95 mila euro che sosterrà l’ente. Le tariffe di compartecipazione delle famiglie saranno 2,86 euro a pasto per quella integrale, 1,78 euro la tariffa ridotta al 50 per cento 1,78 euro, e 2,50 euro la tariffa ridotta al 70 per cento-

Per presentare l’istanza ed ottenere i carnet dei ticket basta recarsi negli uffici comunali di via Matteotti della Pubblica istruzione.

«Garantiamo – ha dichiarato il sindaco Roberto Bruno –, più e meglio rispetto al passato, un servizio importante per i nostri bimbi, così come garantiamo un’ottima qualità degli alimenti dati. Prodotti del territorio, professionalità, qualità del cibo e cura scrupolosa del servizio: questi sono gli standard che garantiamo, oggi più di prima, a partire da un servizio che inizia quest’anno con puntualità».