E’ riferita a Ici, Imu, Tarsu, Tares, Tari, Tasi, Canone idrico, Icp, Cosap, multe al codice stradale

Pachino 11 Maggio 2017.

C’è tempo fino al 2 giugno 2017 per la presentazione delle istanze di adesione agevolata delle entrate comunali, anche tributarie, non riscosse a seguito di provvedimenti di ingiunzione fiscale, notificate negli anni dal 2000 al 2016 dagli stessi enti e dai concessionari della riscossione.

L’amministrazione comunale ha avviato una campagna di informazione tramite manifesti cartacei e social network, per mettere a conoscenza di tutti i cittadini della possibilità, per i debitori, di estinguere il debito senza pagare le sanzioni relativamente ai tributi locali Ici, Imu, Tarsu, Tares, Tari, Tasi, Canone idrico, Icp, Cosap, multe al codice stradale

«L’adesione agevolata – hanno dichiarato il sindaco, Roberto Bruno e l’assessore al Bilancio, Tributi e Finanze, Giuseppe Cannarella – consente di poter pagare l’importo, escluso le sanzioni, anche con un piano rateale per un massimo di 5 rate da estinguere entro il mese di settembre dell’anno 2018. È un’opportunità, per i cittadini, per sanare la propria situazione debitoria nei confronti dell’ente municipale e prevedere anche un risparmio e una dilazione dei pagamenti».

Sul sito istituzionale del Comune di Pachino, www.comune.pachino.sr.it, è possibile scaricare il modello di adesione in formato word, per essere compilato e consegnato all’ufficio protocollo de palazzo centrale di via XXV Luglio o direttamente inviato a mezzo posta elettronica certificata alla pec: adesione.pachino.sr@pec.it.