Il Pal Eloro è arrivato al quarto posto nella graduatoria regionale delle strategie di sviluppo locale

 

Pachino 10 Novembre 2016.

Sostegno alla  creazione o allo sviluppo di imprese extra agricole, hub rurale per l’occupazione e l’inclusione e una rete degli operatori per la costruzione di un prodotto turistico integrato. Sono tra i progetti che verranno sviluppati nell’ambito del Pal Eloro, finanziato con più di 3 milioni 700 mila euro nella graduatoria dei Gal    siciliani ammessi a finanziamento.

Pachino, assieme a Noto, Rosolini, Avola e Portopalo, è tra i soci del Gal Eloro ed uno dei comuni a cui saranno destinati i progetti.

«Il Comune di Pachino è uno dei soci fondatori del Gal Eloro – ha dichiarato il sindaco di Pachino, Roberto Bruno -, per tale motivo il nostro territorio e le nostre imprese saranno ancora una volta protagonisti in Sicilia, dopo il primo posto ottenuto con il Gruppo di azione costiera “Dei due mari”, in un ottica di sviluppo integrato e sostenibile»

Nell’attuale ciclo di programmazione il Gal Eloro e il suo partenariato hanno elaborato una strategia di sviluppo fondata su una “idea forza”: la “Dieta Mediterranea” «intesa – ha spiegato Faust Fiorini, uno dei tecnici del team del Gal Eloro – quale complessivo stile di vita, costituito da un modello alimentare fondato su produzioni di eccellenza e su modelli relazionali identitari, aperti ed inclusivi».

Sono stati poi individuati due Ambiti tematici ai quali corrisponde e funge da elemento di stretta connessione un obiettivo trasversale, quello della Promozione dell’innovazione declinato come introduzione di nuovi processi, nuovi prodotti e servizi e nuove tecnologie produttive.

Il primo ambito è quello dello sviluppo e innovazione delle filiere e dei sistemi produttivi locali (agro-alimentari, forestali, artigianali, manifatturieri) che comprende le azioni dirette a rafforzare il sistema produttivo locale puntando sul potenziamento delle imprese esistenti, favorendo investimenti finalizzati all’innovazione di processo e di prodotto:

rientrano in quest’ambito le azioni dirette al “Sostegno alla creazione o allo sviluppo di imprese extra agricole”, con finanziamenti a fondo perduto per le imprese che predispongano validi progetti di investimento, la costituzione di un “Laboratorio di progettazione strategica” diretto a supportare il territorio nello sviluppo di nuova progettazione; la realizzazione di un “Festival dell’Innovazione” e di “Azioni di dimostrazione” dirette a promuovere l’innovazione fra i nostri imprenditori; la realizzazione di un “Hub Rurale per l’occupazione e l’inclusione” diretta a creare un ambiente favorevole per lo sviluppo di nuove imprese. Non mancano azioni che mettono insieme il settore imprenditoriale e il sostegno ai soggetti svantaggiati, con l’azione denominata “Agrisociale”. Di particolare rilievo in quest’ambito per gli enti pubblici l’azione “Piazza Telematica” destinata a favorire la diffusione del wi-fi pubblico e dei servizi telematici.

Il secondo ambito è quello del turismo sostenibile, comprende le azioni dirette al rafforzamento dell’offerta di turismo extralberghiero; punta inoltre alla creazione di sinergie fra l’offerta pubblica di servizi e sulla aggregazione fra gli imprenditori di settore, e fra questi e gli imprenditori del settore primario, artigiano e dei servizi.

Rientrano in questo ambito sia azioni dirette in modo più specifico ai privati che azioni dirette ai soggetti pubblici. Fra le prime annoveriamo le azioni “Rete degli operatori per la costruzione di un prodotto turistico integrato”, “Supporto allo sviluppo di prodotti e servizi complementari alla valorizzazione di identificati attrattori culturali e naturali del territorio”. Azioni che invece potranno essere attivate anche dai soggetti pubblici sono la realizzazione di “Infrastrutture turistiche su piccola scala” e la realizzazione di “Interventi di manutenzione, restauro e riqualificazione del patrimonio culturale e naturale”.

Completano il Programma la previsione del rafforzamento delle azioni di cooperazione transnazionale, sempre dirette alla valorizzazione delle nostre produzioni di eccellenza,e le azioni di comunicazione.

«Una ottima opportunità – ha continuato il primo cittadino – che aiuterà i nostri imprenditori a sostenere e proiettare nel futuro le loro attività».