La biblioteca utilizza il ricavato delle vendite per comprare altri testi e ampliare l’archivio

 

Pachino 12 Gennaio 2017.

«Sui libri una polemica sterile: è noto a tutti quanto questa amministrazione punti sulla cultura come principale strumento di crescita sociale». A dichiararlo è il sindaco di Pachino, Roberto Bruno, a seguito delle polemiche sulla vendita di libri nell’ambito della terza edizione del Mercatino del libro usato, che viene effettuato nei locali di via Matteotti della biblioteca comunale da tre anni, appunto, ed ha riscosso ottimo successo.

«Ci tengo a precisare – ha continuato il sindaco Bruno – che vengono venduti i testi che la biblioteca detiene in più copie nel catalogo, a seguito di donazioni da parte degli utenti che avvengono nel corso degli anni. Inoltre, il ricavato della vendita viene esclusivamente destinato ad acquistare le ultime novità, sempre richieste dagli utenti che la frequentano assiduamente. Per tali motivi ritengo pretestuosa, falsa e strumentale la polemica sollevata dal consigliere Dipietro, forse mossa dal risentimento, che si è accorta dopo tre anni dell’esistenza del Mercatino del libro usato e con tali illazioni non fa altro che denigrare l’indefesso lavoro dei dipendenti che si prendono cura quotidianamente della nostra biblioteca e anche all’archivio storico».